Intervista: “Daiiitaaaaarn… in azione!!!”

Intervista: “Daiiitaaaaarn… in azione!!!”

Sono gli anni ’80 e nella moltitudine di “robottoni” presenti sulle televisioni private si affaccia quello che rimarrà uno tra i più amati e ricordati, ovvero DAITARN 3.
Un giovanotto con un livello di “tamarraggine” che Tony Manero spostati proprio, due ragazze avvenenti e una serie di situazioni surreali fanno sì che questo cartone porti su un altro piano le classiche vicende “umani VS alieni”. Il tutto farcito da umorismo onnipresente, accentuato anche dal Daitarn che manifesta il suo stato d’animo tramite le espressioni facciali, caratteristica mai vista nei precedenti cartoni animati dell’epoca.

Ma come fa Haran Banjo ad entrare e pilotare il Daitarn?
Ma con una bellissima auto che si trasforma in aereo, la Match Patrol, ed eccoci arrivati alla protagonista del nostro articolo!

Alessandro Benedetti ingegnere meccanico ed appassionato LEGO® ha realizzato la sua versione in mattoncini e l’ha caricata su Ideas a cui mancano circa 300 voti per arrivare ai fatidici 10,000 per entrare in review.

Il progetto è composto da quasi 700 pezzi, in versione auto misura circa 10 x 23 cm, come jet è lungo circa 27 cm e ha un’apertura alare di 26 cm.

“L’idea è nata dopo che ho rivisto con i miei figli la serie di Daitarn 3, dato che mi piace condividere con loro le cose che ho amato da bambino. Anche loro sono grandi appassionati di Lego, ed è stato mio figlio a propormi “Babbo, perché non fai la Mach Patrol con i Lego?”.

Anche loro amano riprodurre le cose che li appassionano in mattoncini, solo che mentre loro sono passati ad altro, io ho speso i mesi successivi trascorrendo buona parte delle nottate a studiare il modo di realizzare le varie parti del veicolo. Dato che volevo realizzare un modello che potesse trasformarsi seguendo la sequenza esatta vista nel cartone ho faticato non poco per arrivare ad un risultato in cui non servisse smontare o aggiungere pezzi.

La parte più difficile è stata realizzare il muso del jet che esce da davanti, dato che volevo inserire anche il carrello di atterraggio in modo che fosse possibile farlo fuoriuscire da sotto per permettere di far “atterrare” il jet, dovendo assicurare al tempo stesso la solidità del modello.

Anche le ali mi hanno dato un bel filo da torcere, per non parlare del motore che ruota di 180°, mentre l’alettone solo di 90°.

Per rifinire il tutto ho poi inserito le minifigure dei personaggi principali, disegnando i vestiti per renderli il più possibile simili alla controparte animata.

Ho in cantiere anche la realizzazione  dell’intero Daitarn3 – non in scala, altrimenti sarebbe alto tipo 5 metri – di cui finora ho finito solo la parte inferiore, dato che tra i vari impegni mi resta sempre poco tempo e sono lentissimo a progettare.”

Se anche voi, come noi avete amato il cartone, non potete non amare questo progetto!
Quindi se ancora non l’avete fatto vi lasciamo il link!
https://ideas.lego.com/projects/384a2816-377e-4747-9326-aff81bdaab2e

Chi non supporta il progetto è un Meganoide!

One thought on “Intervista: “Daiiitaaaaarn… in azione!!!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.