LEGO® – 75319 – The Armorer’s Mandalorian Forge – Recensione

LEGO® – 75319 – The Armorer’s Mandalorian Forge – Recensione

Visto il prepotente ritorno del Mandaloriano nella serie TV ‘The Book of Boba Fett’ in onda in queste settimane su Disney+, ho recuperato questo set uscito qualche mese fa (è in vendita dallo scorso 1 settembre) per proporvi una recensione di un piccolo set, molto ben realizzato.

La confezione

Andiamo subito a vedere la scatola. Al livrea clessica del tema Star Wars, con il mandaloriano n alto sulla destra. Il set è presentatao in tutte le sue caratteristiche e in basso trovaimo le minifigure comprese.
Aprendo la scatola troviamo tre pacchetti, un foglietto di adesivi e il libretto di istruzioni.Dando un’occhiata agli adesivi ne troviamo alcuni curvi. Peccato, sono un vero problema da applicare.

La costruzione
La costruzione è rapida e semplice e (adesivi a parte) risulta diveretnte ed efficace e, sebbene non ci siano tecniche rivoluzionarie, il risultato finale è una scena piuttosto ben realizzata emolto giocabile.

Il fulcro del modello è ovviamente la fucina, la Mandalorian Forge, con fiamme blu dove puoi sciogliere il Beskar che Din Djarin ha ottenuto con il suo lavoro di cacciatore di taglie.

C’è poi una parete che crea ambiente, con un ingresso con il simbolo distintivo dei mandaloriani, il teschio di un Mitosauro, una creatura nativa del Sistema Mandalore. Alcuni accessori sono addossati alla partete.
Uno degli accessori che mi è piaciuto è un uleriore elmo grigio argento scuro. Per me, amante dei caschi mandaloriani è stata una bella sorpresa.
Dall’altro lato della stanza c’è un piccolo terminale di computer adesivo, alcuni armadietti che si aprono per rivelare alcuni strumenti. Sotto si trovano delle casse che servono come deposito. All’interno si trova un blaster d’argento e dei detonatori termici, stampati su tile round 1×1.

Minifigure
Ovviamente un discorso a parte va fatto per le minifigure.
Din Djarin (alias Mando) ha una minifigura identica a quella del set 75299 Trouble on Tatooine, in cui però indossava anche un mantello.
È la minifigure Mandalorian più dettagliata finora, e mi piace particolarmente la stampa sulle braccia che hanno dettagli interessanti come i paraspalle e le armi Whistling Birds ai polsi.
Una novità per questa minifigure, e ciò che la rende un esclusiva è ilJetpack in Beskar.

Minifigura assolutamente inedita è invece quella dell’Armorer. Indossa un bellissimo nuovo elmo mandaloriano adornato da corna e un grembiule in pelle sopra la sua armatura per proteggersi durante il lavoro.

La terza ed ultima minifigura è quella di Paz Vizsla. Quest’ultimo un’armatura ingombrante, che ha alcune decorazioni stampate con segni di battaglia sul suo elmo e sul corpo.
Un dettaglio davvero interessante sulla pesante armatura di fanteria di Paz Vizsla è il sigillo del Mitosauro stampato sulla sua spalla.

Giudizio finale
L’Armorer’s Mandalorian Forge è davvero un set ricco di minifigure e viene fornito con 3 minifigure esclusive: The Mandalorian, Paz Vizsla e The Armourer.
Per un set da 29,99 euro (258 pezzi), soprattutto contenente tre minifigure bellissime, tra cui Paz Viszla e The Armourer che fanno entrambi il loro debutto in questo set, è veramente uno di quei prodotti che un appassionato di Star Wars non può lasciarsi scappare.
Note dolenti? C’è un problema con gli adesivi tondeggianti che sono veramente complicati da attaccare ed è un peccato che non ci sia un volto per Din Djarin, visto che nel telefilm ci viene mostrata… ma lo sappiamo… i Mandaloriani non tolgono mai il casco.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set.Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.