The Court of the Crimson King

The Court of the Crimson King

L’ultimo lavoro di Mattia Careddu consiste in una serie di cinque differenti personaggi, tutte le opere hanno in comune un filo conduttore unico: sono tratte tutte dalla stessa canzone, The Court of the Crimson King.

In ogni strofa del brano vengono citati alcuni personaggi, si tratta sempre di creature specifiche dai colori ogni volta differenti. Per differenziare al meglio tutte le creature lo stile e le fonti d’ispirazione usate come spunto per creare tutte le moc sono sempre state differenti tra di loro.

Purple Piper

Il Purple Piper, il primo personaggio citato, viene qui rappresentato come una sorta di fata o folletto che volteggia nell’aria.

Black Queen

La Black Queen invece ha l’aspetto insettoide, come principale fonte d’ispirazione prende le fattezze di una formica regina.

Pattern Juggler

Il Pattern Juggler non ha una vera e propria fonte d’ispirazione, sostanzialmente è il soggetto buffo e goffo del gruppo.

Yellow Jester

Per lo Yellow Jester è stato scelto uno stile feroce, un mostro scheletrico pieno di aculei e denti sporgenti, la marionetta con cui sta giocando è sempre citata nel brano originale.

Crimson King

Il Re è pensato per essere una creatura completamente (o quasi) organica, sono presenti organi come polmoni, cuore e cervello. Lungo tutto il resto del corpo corrono diversi vasi sanguigni e impugna quella che dovrebbe essere una spada fatta di materiale osseo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.