Alcune considerazioni in ordine sparso sull’ultima review LEGO Ideas

Alcune considerazioni in ordine sparso sull’ultima review LEGO Ideas

Qualche giorno fa sono stati ufficializzati i risultati della Review LEGO IDEAS. Con grandissima gioia, L’A-Frame Cabin del nostro Norton74 è stato approvato. Il progetto meriatava e ovunque la notizia è stata accolta con favore.

Le perplessità sono arrivate con la seconda parte della comunicazione, quella riguardante gli altri due progetti.La cancellazione definitiva del progetto della capanna dei 7 nani, dopo sei mesi di purgatorio delude per la motivazione sottesa, ovvero al presenza dei 7 nani. Si tratta di un omaggio ad una storia classica (Biancaneve) e la questione del Politically correct sta forse sfuggendo un po’ troppo di mano. Ma LEGO giustamente fa le sue scelte e, anche se si trattava di un bellissimo progetto, ben realizzato e pieno di gustosi dettagli, ne accettiamo la bocciatura.

Diverso il caso, invece, del secondo progetto, questa volta approvato, quello riguardante i BTS.Sul web si è immediatamente scatenato un ampio dibattito su questa promozione.
Uno dei collaboratori del portale LEGO Ideas qualche anno fa mi disse che per avere successo, una presentazione necessitava di 3 aspetti: valori di produzione (ovvero build, contenuto, idea originale), presentazione accurata (qualità delle immagini, rendering, testo…) e marketing (contattare siti, social media ecc…).
BTS ha, forse, solo uno di questi aspetti.
Non certo i valori di produzione. Il design, poco curato, è decisamente incompleto. Sembra che non ci sia stato un lavoro alle spalle, ma solo un’idea. L’elaborazione grafica solleva molte perplessità. Non c’è nulla di interessante alle spalle del progetto. Non dico tecnica costruttiva o qualche dettaglio che possa far capire di che si tratta. È tutto piuttosto deludente. Si tratta di un rendering veloce e francamente poco accurato, soprattutto se paragonato ad altri progetti visti in questi ultimi mesi. Per la qualità proposta sarebbe bastato uno schizzo su un tovagliolo.

Passiamo all’idea. Non me ne voglia il suo ideatore, ma scegliere un gruppo musicale di successo (almeno in Sud Corea e nel resto dell’Asia) non è molto originale. BTS è chiaramente un progetto rivolto al mercato K-Pop in Asia, che è enorme. L’obiettivo principale della scelta è chiaramente quello di aprire nuovi mercati con clienti che hanno molto potere d’acquisto.
Cosa rimane quindi?Il marketing. E qui la comunità asiatica ha spinto moltissimo. Abbiamo osservato come certi progetti scalino con una rapidità sorprendente la vetta, superandone altri oggettivamente migliori ed imponendosi all’attenzione del pubblico e dei revisori LEGO Ideas.
A parte l’apertura di nuovi mercati e gruppi di acquirenti, non c’è motivo per me di portare questo set sul mercato, anche perchè Bricklink con il recupero dei set scartati, ha dimostrato che i classici temi Castle e Pirates (i cui progetti vengono puntualmente scartati da LEGO IDEAS, eccezion fatta per il Blacksmith) di mercato ne avrebbero assai.

Non tutto il male viene per nuocere, però. Perchè la scelta del BTS potrebbe essere davvero il punto più basso raggiunto da IDEAS. Da qui si può solo migliorare. E credo che sia assolutamente necessario farlo. Ideas deve riorientarsi e ragionare su cosa vuole essere veramente.
È vero, non è una vetrina di MOC o per i migliori costruttori del mondo, ma non può neppure pensare di trasformarsi in una linea di prodotti per allargare il proprio mercato. Per quello ci sono altre possibilità. Ad esempio qualche mese fa è uscito il set dedicato a Queer Eye, show televisivo quasi sconosciuto in Italia.
Nella Home page di LEGO IDEAS si legge:


“È IL TUO MOMENTO DI BRILLARE!Ora è la tua occasione per dare sfogo alla tua creatività e dimostrare di essere un vero capomastro. Riuscite a tirar fuori un’idea che stupisca i vostri compagni fan di LEGO® e persuadere il nostro comitato di revisione a dargli il via libera?”
Torniamo a questo, per favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.