LEGO® 76989 – Horizon Forbidden West – Recensione

LEGO® 76989 – Horizon Forbidden West – Recensione

Horizon Forbidden West. Premetto che da non-gamer, non conoscevo nulla di questo videogame, ma quando ho visto il grandioso progetto di Nicola Stocchi, ho trovato il Collolungo (Tallneck in originale) veramente stupendo. Così quando LEGO ha deciso di produrre una sua versione, non ho resistito e ne ho recuperata una.
Inutile dire che tra le due versioni c’è un abisso, ma per vedere nel dettaglio l’opera di Nicola, vi rimandiamo a questo articolo. In questa recensione, analizzeremo il set che da qualche mese potete trovare nei negozi a marchio LEGO.

Come sempre partiamo dalla confezione (purtroppo un po’ rovinata), che presenta un’immagine del set, e le sue caratteristiche: il numero di pezzi (1222) e la destinazione ad un pubblico adulto. Il retro invece, oltre ad ulteriori immagini dettagliate, ci darà un’idea delle dimensioni finali: 21cm in profondità, per 34cm in altezza.

Una volta aperta la confezione troviamo al suo interno un manuale di istruzioni da 162 pagine, 8 buste numerate che contengono i mattoncini, una base LEGO verde, un pezzo in plastica morbida e il solito odiatissimo foglietto di adesivi che ci serviranno nel corso del montaggio.

La costruzione si svolge in due step. Nel primo con i pacchetti che vanno dal numero 1 al 3, costruiremo la base su cui verrà “inserito” il Tallneck, oltre alla minifigura (davvero bellissima) di Aloy e alla sua vedetta meccanica.

La base è un interessante ovale da cui spuntano alcuni alberi, piante esotiche e un vecchio semaforo quasi ricoperto dalla vegetazione. La costruzione è molto interessante e utilizzando plate e Brick modified si costruisce piuttosto in fretta.

Le restanti cinque buste sono dedicate alla costruzione dell’incredibile collolungo.
Si parte, come ovvio dall’assemblare il corpo. Pieno di dettagli interessanti risulta essere molto compatto e resistente. In questa fase troviamo anche alcuni pezzi nuovi. Si tratta di quattro Dark Bluish Gray Technic, Brick Modified 1 x 2 x 1 1/3 with Rotation Joint Socket che serviranno come giunti per le zampe del nostro ‘animale’ e di due Brick, Modified 1 x 2 with Stud on Side, nuovi di quest’anno anche se già presenti in altri set. Altri pezzi in colorazioni nuove (tra tutti l’arco in bianco e ben quattro snowboard in Light Bluish Gray) si trovano nel corso della costruzione.Sempre in questa fase si realizza il lungo collo che distingue questa macchina/animale. Alcuni White Wedge 2 x 2 x 2/3 Pointed formano le placche corazzate del collo, creando un bellissimo effetto. Sulla schiena infine inseriamo cinque Minifigure, Weapon Sword, Uruk-hai in Pearl Gold completano questa parte.

Una volta terminato il corpo centrale si passa alle zampe. Prima quelle posteriori e poi quelle anteriori. Questa fase è un po’ noiosa, perchè ovviamente, le gambe sono speculari e quindi bisogna ripetere ogni passaggio due volte. Terminate le zampe si passa alla testa, ultimo step prima della conclusione.

Realizzato il nostro Tallneck possiamo agganciare le zampe alla base del diorama, tramite quattro Dark Bluish Gray Tile, Modified 2 x 2 with Pin, che ne garantiscono la stabilità, in una soluzione semplice e perfetta.

Resta, prima di tirare le somma, da parlare della minifigura di Aloy. Il dettaglio che spicca è ovviamente la capigliatura, che include un oculare in trans-blue sul lato destro, per incorniciare il dispositivo di realtà aumentata chiamato “Focus”, che è anche stampato su entrambi i lati della testa. Se da una parte l’acconciatura è il pezzo forte della minifig, dall’altra ne è anche il limite maggiore. Le dimensioni infatti ne limitano la mobilità. Se, infatti, spingiamo le braccia troppo indietro, i capelli si staccano. Certo è che essendo un set con una base di appoggio e destinato ad un pubblico adulto, la giocabilità della minifig è un elemento secondario.
Molto accurata è anche la stampa sul torso e sui pantaloni. Io la trovo davvero bellissima.

Per concludere, il set creato dal designer Isaac Snyder è davvero sorprendente. La base è ricca di dettagli e la sua forma ovale la rende molto accattivante e perfetta per essere esposta e ammirata. La minifigure di Aloy, dotata di due espressioni, di un inedito arco bianco e di una lancia è bellissima. Il Collolungo infine è maestoso, possente e veramente notevole.
E’ possibile modificarne parzialmente (le zampe non si piegano purtroppo) la postura, muovere la testa e spostare coda e le parti dorate sul collo per creare l’effetto migliore.

Proposto ad un prezzo di retail di 79,99 € è sicuramente uno dei modelli con il migliore rapporto qualità-prezzo-bellezza in assoluto.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set. Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.