LEGO® Art 31208 – Hokusai – The Great Wave – Recensione

LEGO® Art 31208 – Hokusai – The Great Wave – Recensione
La Grande Onda al largo di Kanagawa

The Great Wave – La Grande Onda al largo di Kanagawa è una xilografia creata nel 1831 dall’artista giapponese Hokusai. Raffigura tre barche che si muovono attraverso un mare tempestoso, con il Monte Fuji visibile sullo sfondo. É una delle immagini più celebri di questo grande artista e una delle più riprodotte. Quando lo scorso dicembre il Gruppo LEGO ha offerto una copia recensione a Brick.it Magazine, pur non essendo un amante dei mosaici e dei LEGO Art in generale, ho pensato che nel mio ufficio sarebbe stata molto bene, così non appena arrivata ho iniziato subito a costruirla. Ma andiamo subito a vedere com’è questo meraviglioso set.

La confezione
La scatola, molto elegante con le bande nere solitamente relative ai set destinati al pubblico Adult, riporta nel lato principale una riproduzione del set. Il retro invece presenta le misure del quadro una volta realizzato e due foto che ce lo mostrano inserito in uno spazio domestico e mentre viene realizzato.

All’interno della scatola troviamo quindici pacchetti contenenti i pezzi necessari a realizzare il nostro quadro, sei piastre 16×16 rialzate e un libretto di istruzioni con molte informazioni sull’opera e l’artista giapponese.

La costruzione
La realizzazione della Grande Onda si compone di due step. Nel primo si crea il quadro, con il secondo si aggiunge la cornice. Entrambi i passaggi possono risultare noiosi, ma in realtà non lo sono affatto.
Partiamo con l’angolo superiore sinistro. Attacchiamo molti tile round 1×1 che formano il nostro cielo color rosa-salmone. A questi si intervallano altri tile round bianchi a formare le nuvole. Applichiamo anche due tile con caratteri giapponesi, che sono il titolo dell’opera e la firma dell’artista.
Nella parte inferiore aggiungiamo dei plate blu e bianchi per creare il primo strato della nostra onda.

Una volta preso il ritmo si procede molto velocemente e in poco tempo si passa al secondo e poi al terzo pacchetto. Una volta terminate le basi 16×16, le affianchiamo unendole con perni technic. L’effetto della parte superiore è già molto bello.

Passiamo ai tre quadranti inferiori. Il primo, quello che andrà più a sinistra è rapidissimo. Sono tutti plate blu a coprire l’intera superficie. Il secondo ci porta uno scorcio, in lontananza, del monte Fuji innevato, mentre il terzo, quello più sul lato destro, ci presenta altri dettagli dell’onda.

Una volta uniti tutti i quadranti abbiamo già una bella idea di come verrà la nostra onda. Ma non è finita, ovviamente. La nostra Grande Onda è molto più dettagliata di così. Andiamo quindi ad aprire la busta col numero sette e proseguiamo con la nostra costruzione.
La prima cosa che dobbiamo fare è rendere più solida la costruzione. Per questo agiamo con dei plate nella parte posteriore. Aggiungiamo anche due pezzi che ci serviranno per agganciare, con dei chiodi, il nostro quadro alla parete. Poi torniamo sulla parte anteriore e aggiungiamo una serie di plate round e di wedge che si servono a dettagliare la parte inferiore sinistra della nostra creazione.

Con i pezzi della busta seguente, la otto, facciamo la stessa cosa e, come potete vedere, già così questo set rasenta la perfezione.

Pacchetto dopo pacchetto arriviamo a dettagliare sempre di più l’incredibile frangersi del mare in tempesta. aggiungiamo strati di plate, foglie bianche, uccellini e piccoli tile round 1×1 stampati con l’immagine di un viso e i gioco è fatto.

Ecco, con i pezzi della busta undici abbiamo finito definitivamente la parte relativa all’onda. Ci sono le tre barche che affrontano la tempesta, ci sono le creste che si infrangono e c’è quest’uso perfetto del colore che è uguale a quello dell’opera di Hokusai. Ci si potrebbe perdere per ore a guardare ogni dettaglio.

Ma non abbiamo ancora finito. Manca la cornice. Prendiamo la busta dodici, la tredici e la quatordici e proseguiamo velocemente verso il risultato finale.

Partiamo con la struttura di base. Una serie di Brick e di pezzi technic con cui creare la cornice che poi andremo a rifinire. Poi aggiungiamo un sistema di aggancio che ci permetterà di inserire il quadro all’interno della cornice. Quindi con dei tile creiamo il passe-partout bianco che circonderà la Grande Onda. All’inizio ero un po’ perplesso sull’uso del tan e del bianco per la cornice. Pensavo che una cornice nera potesse risultare più efficace. Ma alla fine vedendo il quadro nella sua interezza devo dire che non è niente male.

Aggiungiamo i tile sulla parte esterna della cornice e fissiamo l’onda all’interno e il nostro capolavoro è pronto!

Conclusione
Fino ad oggi non sono stato un grande amante dei set LEGO Art. I mosaici, composti soprattutto da tile round, erano molto pop, dedicati a supereroi, cantanti o Harry Potter. Anche quello con la Marilyn Monroe di Andy Warhol era molto sgargiante, e non lo trovavo molto adatto ad essere appeso in un salotto o in un ufficio.
Tutto ciò cambia completamente con questo set. Per cominciare, è un’opera d’arte famosa e immediatamente riconoscibile, e la sua tavolozza di colori tenui lo rende molto più adatto per essere appeso in stanze dove normalmente non si hanno LEGO in mostra. Visto da lontano, non è immediatamente chiaro che si tratta di un quadro composto da mattoncini, ma da vicino ci si perde nel dettaglio restando stregati dalla bellezza del set.
Insomma è un set che consiglio vivamente e che anche io espongo con orgoglio nel mio ufficio.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set. Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

One thought on “LEGO® Art 31208 – Hokusai – The Great Wave – Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *