LEGO® – 80034 – Monkie Kid’s Nezha’s Fire Ring – Recensione

LEGO® – 80034 – Monkie Kid’s Nezha’s Fire Ring – Recensione

Cosa ottieni quando incroci Star Wars, la mitologia cinese e gli Speed ​​Racer? Per avere una risposta possiamo guardare questo strepitoso set della nuova ondata dedicata a Monkie Kid.

La confezione

Come sempre la scatola riporta i loghi della serie, immagini del set e la riproduzione dei personaggi che troveremo all’interno. Quindi, una volta tolti i sigilli andimao a vedere cosa trovimao all’interno. Otto buste, un foglietto di adesivi e il libretto di istruzioni. In una delle buste troviamo gli elementi per creare il grande anello dorato su cui scorre la vetture di Nezha e non vedo l’ora di iniziare a costruirlo.

La costruzione

La prima costruzione è il bastone volante di Monkie Kid, ed è un po’ deludente. Però immediatamnte si passa al Jet Flyer di Evil Macaco e qui le cose cambiano.

Dopo aver costruito lo spettacolare ed enorme Mecha, ora troviamo un altro mezzo di questo personaggio. É un veicolo più piccolo, volante che sembra quasi una moto aerea. Interessante è il nuovo pezzo a “nuvola” in un inedito viola scuro traslucido. Sempre relativamente ai colori, abbiamo una scelta cromatica perfetta tra il grigio canna di fucile il nero, il giallo e il rosso.
A completare il tutto ci sono persino due canne da pesca direzionali. In alcuni momenti la costruzione, soprattutto della parte anteriore, mi ha ricordato lo Speeder di Rey di Star Wars Episodio 7.

Terminato il Jet Flyer iniziamo la parte più attesa. A partire dalla busta 3 si passa a costruire l’incredibile mezzo di Nezha.

L’utilizzo di pezzi curvi delle montagne russe creando un cerchio completo crea la ruota motrice principale per far muovere il veicolo. La ruota gira e il veicolo scorre all’interno restando allineato al centro (più facile da vedere che da spiegare, lo so…).

La maggior parte della build si concentra su un mix di colori bianco/rosso/verde acqua, che contrasta bene con la ruota d’oro. La scelta cromatica è seterminata dal motivo degli anelli di Nezha. Inoltre ci sono fiamme lungo tutto il cerchio, che non sono un elento da poco. L’anello d’orato piacerà soprattutto agli amanti dello Steampunk, sia per il colore, sia perchè potranno prendere spunto per veicoli veramente interessanti.
Nezha, nella mitologia, ha quello che era noto come l’anello dell’Universo e viaggiava sui suoi anelli di fuoco per spostarsi. LEGO ha preso questa idea e l’ha seguita con la creazione di questo veicolo unico. Veramente una costruzione spettacolare.

Ultime due buste. C’è da costruire il trono del demone dell’osso bianco.

La sala del trono di White Bone Demon è ben realizzata e mi piace la costruzione delle scale con i Plate wing viola e la gabbia di ossa in cui rinchiudere i nemici. Ci sono ossa per tutti i gusti e mi ha fatto venire in mente qualche immagine del ‘Il Tempio maledetto’ di Indiana Jones.
La costruzione è piuttosto semplice, anche se ci può essere qualche difficoltà nell’inserire un personaggio (specie se dotato di coda come Monkie Kid) all’interno della gabbia d’ossa.

Minifigure

Sono molte le minifigure di questo set che meritano un’attezione in più.
Nezha è il protagonista del set. Nella storia che ci viene proposta i suoi anelli di fuoco sono andati perduti e ora servono per fermare i nemici della serie. La minifigura ha ai piedi due anelli, le “Ruote di fuoco del vento”, oltre ad essere equipaggiato con una “Lancia con punta di fuoco” e indossare la “Fascia armillare rossa”. I designer LEGO hanno davvero fatto un ottimo lavoro con questo personaggio, caratterizzandolo persino come un ragazzino, come appare nella maggior parte dei miti.
Monkie Kid ottiene un nuovo ed esclusivo look in questo set: nuova stampa del viso, stampa sulle braccia e grande cura nei dettagli.
Un altro personaggio che mancava da un po’ e che non è così semplice da recuperare è il Re delle scimmie. In questa ondata è la sua unica apparizione in un set.
Veniamo ai cattivi, partendo dal Macaco malvagio
Indossa un mantello rosso, rosso scuro e una sciarpa Wyldstyle ricolorata dal LEGO Film 2, ma ciò che colpisce è l’evoluzione del suo volto.
Il suo viso mostra che ha abbracciato completamente l’oscurità, con delle linee rosse che forniscono un aspetto rabbioso al personaggio.
Come arma brandisce un equivalente più scuro del bastone d’oro che una volta cercava di sottrarre al Monkie Kid.
Infine, a parte gli scagnozzi, purtroppo identci in ogni loro apparizione, resta il Demone dell’osso bianco, un antagonista che ci viene fornito con la possibilità di variarlo da etereo a fisico sostituendo la base ‘fantasma’ con una gonna.

Giudizio finale

Questo set è onestamente quanto di meglio Monkie Kid dovrebbe rappresentare; personaggi divertenti, veicoli nuovi e interessanti, un mix di cattivi e mercenari e una battaglia intertessante.
Sì, il trono di Bone Demon lascia a desiderare e sembra aggiunto giisto per chiudere il set con qualcosa in più (tra l’altro sulla confezione sembrava più grande), ma tutto il resto nel set lo supera di gran lunga. In particolar modo il veicolo di Nezha, che è una delle cose migliori viste negli ultimi anni.

Il set, composto da 929 pezzi, è in vendita dal 1° gennaio ad un prezzo di € 79,99.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set.Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.