LEGO® 71770 – NINJAGO Zane’s Golden Dragon Jet – Recensione

LEGO® 71770 – NINJAGO Zane’s Golden Dragon Jet  – Recensione

Prosegue il nostro viaggio nei nuovi prodotti Ninjago con questo set molto interessante per resa, minifigures presenti e prezzo: decisamente ottimi !
All’apparenza, malgrado il solito packaging accattivante, una volta aperto non sembrerebbe che questo prodotto possa soddisfare le aspettative,le 3 buste sembrano quasi scarne e i 258 pezzi totali non sufficienti a realiazzare quanto la scatola ci ha venduto…eppure, come spesso accade, un buon utilizzo di componenti e poche idee efficaci trasformeranno una manciata di ABS in un piccolo capolavoro.


Con la prima busta ci imbattiamo subito nel nostro Golden Zane, ben rifinito ma a dir poco sobrio rispetto al suo antagonista alato : General Vangeli’s. Questo si presenta con una maschera integrata al cappello nero davvero molto suggestiva e dotato di un arma a dir poco esagerata, tanto da rendere difficile la sua postura eretta a meno di non connetterlo ad un plate. Si preannuncia una dura sfida nei cieli di Ninjago city.

Ci si mette presto al lavoro con l’aiuto di Zane per costruire il muso del nostro Dragon Jet e si apprezza subito come la struttura semplice e solida accoglierà il pilota in una postura praticamente supina, non proprio comodo, ma senz’altro ben incastrato malgrado l’assenza di stud. La punta del veicolo si realizza connettendo una mascella di drago ad uno scafo arcinoto e la sua connessione è decisamente robusta, pronta a resistere agli scontri più violenti. Rifinita lateralmente con wedge, ingot e un paio di ali da inclinare leggermente, la parte anteriore del veicolo risulta molto bella e dalle linee fluide e definite, nessuna tecnica particolare rilevata, ma grande attenzione a forma e robustezza dell’insieme.

proseguendo con il resto del veivolo, basta assemblare pochi pezzi per capire come si stia andando direttamente a creare non solo il telaio centrale, ma anche le parti mobili che caratterizzeranno il mezzo.
Ali semplici e ben pensate alle quali si andranno ad agganciare ulteriori estremità affilate, il meccanismo di apertura e chiusura è fluido e robusto con un utilizzo generoso di hinge plate su più livelli. Alcuni dettagli di rifinitura si fanno apprezzare e rendono un’idea molto semplice ad una categoria superiore.
I rotori sulle ali aggiungono carattere e una decisa nota di colore molto azzeccata. La parte anteriore sale di spessore per raccordarsi alla cabina di pilotaggio in maniera decisamente semplice e solida.


Con la terza busta ci si imbatte in un personaggio davvero imponente : Golden Dragon Cole.
Dotato di ali artigliate davvero grandi, si intuisce come sia stato pensato per interagire con il resto del set in maniera coerente, infatti risulta agli occhi di un bambino quasi come un secondo veivolo con cui giocare, splende nel suo trans orange con ali sfumate e l’immancabile katana dorata.

Continua quindi il consolidamento della parte posteriore del jet e con l’aggiunta di motori e timone di coda a profilo contrario, scelta che integra bene la forma in un mezzo che di certo non manca di appendici, furba la scelta d’utilizzo di un grosso flag trapezioidale per coprire la parte di telaio centrale nascondendo il meccanismo che permette la geometria variabile delle ali a delta. nessuno snot neanche in questa fase, fatta eccezione per l’utilizzo di qualche bracket, poi rivestito.


Grandi spade trasparenti vanno a completare il mezzo facendogli raggiungere dimensioni complessive notevoli senza influire su robustezza e giocabilità. I due assetti di volo consentono un ottima presa da parte del suo ninja in carne e ossa e il meccanismo continua a mostrarsi fluido e funzionale senza compromettere la robustezza complessiva del gioco. Non resta quindi che affiancare al nostro jet i personaggi alati e iniziare una nuova sfida nei cieli di Ninjago city.

Un set davvero ben progettato, soddisfacente anche per il ragazzo più esigente e accessibilissimo dato il suo prezzo di 29,99 € ampiamente giustificato dalla qualità di ogni sua componente, fisica e progettuale.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set. Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.