LEGO® Sonic the Hedgehog™ – 76955 – La fuga di Shadow the Hedgehog – Recensione

LEGO® Sonic the Hedgehog™ – 76955 – La fuga di Shadow the Hedgehog – Recensione

Da piccoli set, derivano grandi soddisfazioni!”

(Ok, questa è una semi citazione un po’ forzata…)

Già, perché per quanto possa essere scontato con i set grandi, a volte anche i piccoli sanno sorprenderti positivamente. Questo succede anche con questo da scarsi 200 pezzi – 196 per l’esattezza – a 20,99 euro in uscita il 1° Gennaio 2024 dove compare per la prima volta la minifig di Shadow.

Shadow, nato dalla mente malefica del nonno del Dr. Eggman, è prima un antagonista di Sonic, poi alleato. Anche se la sua immagine rimarrà sempre quella dell’antieroe.
In confronto a Shadow, Knuckles è simpatico come Jim Carrey.

Per i più attenti, se avete visto il film “Sonic 2“ avrete visto nella scena post crediti che farà il suo ingresso nel prossimo film in produzione sul riccio blu.

Ma veniamo al set.

All’interno della scatola ci sono due buste in carta con apertura facilitata, in cui però all’interno sono presenti due buste in plastica. È probabile che la logistica ancora non permetta di avere tutte buste in carta.

La minifig di Shadow – per mia sorpresa – presenta un pezzo della testa simile ma comunque differente da quello di Sonic. Dove sarebbe stata sufficiente una ri-colorazione.

Piccola parentesi. Questa la racconta lunga sul livello che LEGO sta inserendo nei suoi set.

Come noto ogni nuovo stampo ha un costo produttivo elevato e non è una decisione che viene presa così alla leggera.

La minifig è piena di dettagli.  Stampata fronte e retro, presenta delle stampe sia sui pantaloni; che hanno la doppia iniezione di plastica sia sulle maniche.

Il set nel suo piccolo è proprio ben fatto. Il chopper ha una buona stabilità pur avendo la forcella allungata. L’inserimento di Shadow con la presa dei manubri non è però proprio così semplice come appare sulla scatola.

Ben ricreato anche il Badnik che intrappola Cucky, anche qui la scatola ci inganna un po’. Senza qualche “plate round 1×1”, Cucky non sarebbe ben visibile.

La camera di contenimento del laboratorio del Dr. Eggman, con annesso pannello di controllo delle funzioni vitali, ha un meccanismo a pressione che permette di far saltare il vetro e aziona la sbarra presente sul retro.

Doppia funzione per questao meccanismo, far evadere Shadow o cercare di fermarlo mentre fugge in moto.

Che dire, piccolo ma ben fatto e rifinito, sopratutto le parti decorate sono tutte stampate, adesivi zero! Brava LEGO®. Per me è un gran sì.

Si ringrazia il Gruppo LEGO® per aver fornito a Brick.it Magazine una copia recensione del set. Tutte le considerazioni espresse in questa recensione sono frutto dell’opinione personale dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *